Toccata e fuga – Abigail Roux

4.50 out of 5 based on 2 customer ratings
2 review(s) Add Your Review
Availability: In stock

 6,49

Quantity :
Confronta

Titolo: Toccata e fuga
Titolo originale: Touch & Geaux
Serie: Cut&Run #7

Autrice: Abigail Roux
Traduttrice: Caterina Bolognesi

Genere: poliziesco
Lunghezza: 327 pagine
ISBN: 978-88-9312-122-4
Formato: pdf, epub, mobi

Trama:

Dopo che le loro facce sono comparse su tutti i notiziari a causa di un’indagine ad alto profilo, gli Agenti Speciali dell’FBI Ty Grady e Zane Garrett sono diventati più utili al Bureau come modelli per servizi fotografici piuttosto che come agenti sotto copertura. Proprio quando Zane sta cominciando a considerare l’idea di ritirarsi, Ty riceve una richiesta d’aiuto da parte di un amico, che li porta in una città colma di echi del loro passato.

New Orleans indossa la propria storia sulle sue strade ed è il luogo in cui Ty teme di finire ucciso. Circondati da problemi fin dall’atterraggio, i due agenti si devono confrontare con un passato che Ty non può più nascondere, uno che ha una sorprendente connessione con Zane.

Mentre i pericoli li raggiungono da ogni direzione, entrambi gli uomini dovranno venire a patti con le realtà del loro passato e le bugie che hanno raccontato. Scopriranno presto che non tutti i segreti sono ancora venuti allo scoperto e che niente dura per sempre.

2 recensioni per Toccata e fuga – Abigail Roux

  1. 4 out of 5

    Amo questa serie, e adoro Ty e Zane anche se a volte li prenderei a schiaffi. Questo romanzo è molto più cupo rispetto al precedente ma non per questo meno piacevole. L’unica cosa che mi ha lasciata perplessa è che c’è troppa “carne al fuoco” , cioè troppi rimandi al passato e verità svelate per un unico libro. Il finale poi!!!! Spero davvero che il prossimo sia tra le vostre priorità per la traduzione perché l’attesa è terribile! Spero anche che tradurrete la serie parallela sui ‘sidewinder’. Unico appunto la copertina, preferisco di gran lunga quelle originali, anche quella di Stelle e strisce fa un po troppo Capitan America.

  2. 5 out of 5

    Scrivere la recensione per questo settimo capitolo della serie Armi e bagagli, comunicare impressioni ed emozioni, senza rivelare niente della trama, non sarà semplice, perché aver letto Toccata e fuga è stato come salire sulle montagne russe, con un impatto emotivo non da poco!

    Dimenticate i toni romantici degli ultimi due libri che, pur contenendo anch’essi una buona dose di suspense per quello che riguarda sia la vita professionale che quella privata di Ty e Zane, ci avevano fatto camminare “tre metri sopra il cielo” insieme a questa straordinaria coppia di agenti federali.

    Nonostante il lento evolvere della loro relazione, il superamento di paure e paranoie varie, i coming out, era evidente che non tutto era stato ancora detto, che qualcosa covava ancora nei cuori di entrambi: dolorosi segreti e fantasmi del passato che nessuno dei due era pronto a esorcizzare. Un bagaglio ingombrante che non tarderà a far sentire il suo peso, con conseguenze così gravi e inimmaginabili da colpire come pugni nello stomaco non solo i protagonisti, ma anche noi poveri lettori affezionati.

    Fiducia. Questa è la parola chiave. Si tratta di fiducia tradita (ma è realmente così?). Di veder cadere da un piedistallo troppo alto la persona che vi è stata messa, e di come questa caduta riveli che tutto il mondo costruito su quella base abbia in realtà le fondamenta d’argilla.

    La Roux fa davvero un capolavoro di psicologia nel descrivere le emozioni e i sentimenti dei due uomini. Con la sua straordinaria abilità, riesce a trasmettere perfettamente ogni emozione e a coinvolgere il lettore a livello viscerale. Mi sono trovata più di una volta con il lettore ebook in mano stentando a credere a quanto stavo leggendo, a quanto stava succedendo e a temere per il peggio fino all’ultimo, quando quello che accade ha dell’imperdonabile.

    Tra tutti i libri fin qui scritti, questo devo dire che è uno dei più avventurosi. Accade di tutto anche in questo senso: rapimenti, inseguimenti, salvataggi in extremis, poliziotti corrotti e trafficanti di droga assetati di vendetta. Ma Ty e Zane non sono soli contro tutti. Con loro ci sono anche Nick e i Sidewinder, che li aiuteranno ad affrontare i nemici in agguato nell’ombra. Qualcuno sembrerà ritornare dal regno dei morti e persino la magia nera e i riti vudù avranno un posto da protagonisti. Tutta la storia è ambientata nella magica New Orleans che, oltre a fare da cornice alla vicenda, è l’unica città in cui i nostri eroi hanno soggiornato entrambi, per motivi diversi, ben prima di conoscersi, inconsapevoli del fatto che quel soggiorno avrebbe creato le premesse del loro futuro.

    Guardando l’ultima serie di foto, Susan mugolò il suo consenso. Ty si avvicinò ancora di più. Erano ancora più malinconiche di quanto si fosse aspettato, tutte in bianchi, neri e grigi. In una, Zane sembrava riflessivo e malinconico, persino il sorriso giocoso di Ty sembrava disincantato visto attraverso le lenti della macchina fotografica. La luce evidenziava le linee più chiare delle cicatrici sui loro corpi e gli unici scioccanti colori sembravano essere quelli del tatuaggio scolorito di Ty. Non c’era nulla di erotico nell’immagine. Le lenzuola erano a malapena inquadrate e non restava altro che l’asprezza di due guerrieri che stavano condividendo qualcosa infinitamente oltre la portata dell’obiettivo.

    La quiete “prima” della tempesta.

    Ritornando agli sviluppi psicologici dei due amanti, l’autrice credo che si sia proprio impegnata a consegnarci un quadro di Zane molto più definito. Garrett ci riserberà delle grosse sorprese e non tutte piacevoli. Confesso che Zane è quello per cui ho provato più simpatia, anche se dico sempre che è la coppia tutta intera che si ammira e ama in questa serie. In questo frangente, però, vedremo entrambi sotto una nuova luce. Tra le altre cose, Zane dimostrerà a Ty un lato che forse quest’ultimo non sospettava nemmeno e ai Sidewinder farà vedere anche la sua lucida freddezza di spietato guerriero. Su Ty si scopriranno parecchi altarini e finalmente si posizioneranno gli ultimi pezzi del puzzle che riguardano il suo passato ‒ e il suo presente.

    Ho amato profondamente questo romanzo, l’ho trovato maturo e intenso. Certo, ho sofferto con Ty e Zane, che scoprono che il loro amore c’è, anche se basato su presupposti sbagliati, ma che comunque ha radici forti e che basta aggiustare la rotta per poi navigare verso la vera felicità.

    «Una volta mi hai detto… che io ero la tua bussola. Che ti indicavo la direzione quando ti sentivi perso,» disse Ty, con voce strozzata. Alzò lo sguardo su di lui e la poca luce della stanza si riflesse nei suoi occhi come su un liquido. «Beh, tu eri la mia ancora. Eri qualcosa di solido a cui aggrapparmi. Volevo che te lo ricordasse.»

    ***

    «Chi sei, Ty?»
    Ty sorrise contro il petto di Zane. «Ero un assassino,» sussurrò. «Sono un Marine. Sono l’uomo che non manca un colpo. E sono tuo.»
    Zane si morse il labbro, trattenendo un sorriso.
    «Chi sei tu, Zane?»
    Zane inclinò la testa. «Sono un artista. Sono un secchione.» Sentì il sorriso di Ty contro la pelle. «Sono un fichissimo figlio di puttana in motocicletta.»
    Ty scoppiò a ridere.
    Zane abbassò la testa fino a quando si guardarono negli occhi. «E sono tuo.»

    Ma il capolavoro, il colpo di genio sta tutto nel finale.

    recensione per Ariaeparole

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading...
X